Sogni... fantasie... poesie           
         pensieri, amore...
Quante emozioni ci regala la vita
benvenuti nel mio magico mondo
fatto di pensieri e di emozioni
  dove finisce la razionalità
         ...e inizia il cuore!!!




                                                          

Traduttore

giovedì 22 settembre 2011

la vita è una cosa meravigliosa

Gli occhi della misura



                                                          L’ho sempre guardata

con gli occhi dell’inopportuna
L’ho sempre guardata da lontana
come se fosse un cane rabbioso….
ma è solo la morte
Infondo, è come un barbone
gettato all’angolo della strada
innocua,
vestita della nudità della notte
con  pelle sottile di un angelo nero…
…rende solo pace
nel torbido guazzabuglio di amori inadeguati
nell’intrigo della terra
tra i seni sottili della nuda e inutile vita
tra sofferenze e dolore!
Ha occhi nel respiro d’ogni meta
nel safari  di un’africa infuocata
o nel freddo artico
di un’altura irraggiungibile.
E’ onda nel vento
È un respiro di una terra bagnata
contaminata dall’acidità del nostro cammino,
ha come letto le foglie
ondeggianti nel vento
ha come incanto un volo di cigni
mentre si accinge a voltare pagine.
Frese Raffaella

sabato 17 settembre 2011

M’immedesimo

 
M’immedesimo in ogni sguardo
camminando con prudenza
tra la vallata della vita,
mentre una lepre ferita
fugge nel dolor di una piaga.
Cerco rifugio
dove nessuno mai vedrà
tra il vivere e il morire,
nella fatalità....
La mia lotta per la vita
tregua non da
e speranzosa
rinasco a nuova vita....
Mentre l’indole mia
divien padrona dell'essenza,
costringendomi a narrare
nella quotidiana
la continua ricerca della mia verità…
verità che tra i meandri
dell'umana vicenda
si protrae di mistero stesso...
e vinta, regina e prigioniera
accolgo eventi nell'ultimo respiro.
Frese Raffaella

Diventerò aria soffiata dal vento


                                                Respirerò nel pallido candore di un istante!
Ruberò il sorriso alla vita
e reciderò i passi affannati
anelanti del mio esistere.
Diventerò aria soffiata dal vento
mentre come la neve mi scioglierò
tra i giacigli tremuli dell’alba….
Enumererò le gioie perdute
lungo la riva del mio passato
in questo presente inconsapevole
nel buio ribelle del mondo
nella ferita aperta dell’inaspettato.
In segreto diventerò aria soffiata dal vento
e mentre solcherò la luce del rimpianto
fluttuerò tra le onde increspate
di un tuo sorriso ‘oo’ sole invecchiato
dalle tempeste dell’abbondanza,
correrò a piedi nudi
verso l’orizzonte infuocato,
mentre aspetterò la luce
che mi condurrà alla mia terra natia
diventerò folle memoria e spaurita chimera
in questo preludio ai confini della notte.

Frese Raffaella

martedì 13 settembre 2011







Non devi dimostrare niente a nessuno. Sai quanto vali. Conosci i tuoi limiti e la coerenza delle tue parole. Sai che in ogni cosa che fai ci metti sempre il cuore. Se qualcuno non ti accetta per quello che sei e non riesce a capire quanto vali; allora non ti merita!
cit di Raffaella Frese 
..

lunedì 12 settembre 2011

Pensieri sparsi al vento


Mi recai da un mercante di parole in cerca di qualcosa di mai udito…mi disse che dovevo cercare nel mio cuore le note giuste che formavano parole giuste da poter esprimere… Mi recai da un fabbricante di sogni in cerca di un magico viaggio…mi disse il miglior viaggio è quello da fare dentro se stessi alla ricerca di ciò che si era perso... Giunsi da un illusionista di stelle ne chiesi una immortale…una che avverasse ogni mio desiderio….mi guardò e appena con un cenno di sorriso mi disse incamminati senza aver paura in silenzio tra i bagliori del fuoco della vita…non confondere ciò che guardi da ciò che è, perché la veste ricca non fa mai l’uomo saggio…non ti perdere in ciò che guardi ma in quello che senti...allora si avvereranno i tuoi desideri. Comprai gocce di pioggia ubriache da un viandante di nuvole…le posi ai piedi di un nuovo giorno nella melodia di tante parole, dove liberamente senza scuse… sorridente alle offese sono giunta alla meta del mio magico viaggio…nell'essenza dell’immortale anima mia.
Frese Raffaella

“Al risveglio dove tutto tace”


Mi risveglio, dove tutto tace
chiudo gli occhi ancora assonnatie sulla mia pelle, sento l'area del mattino,
e come sabbia scivola giù sul mio viso
una carezza, è la vita,
che inevitabilmente mi scivola addosso,
come ombra nella notte
velata, fuggente, nell’iride di un giorno svanito.
Innamorarsi di chi...ad ogni istante di cosa
solo di un illusione, non basta!!!
La vita non basta, un cuore non basta.
Amare silenziosamente non basta,
maschererà solo la solitudine
e mentre si rincorrerà il silenzio
si consumerà il domani
negli affanni e negli ostacoli del destino...
Al risveglio, dove tutto tace,
nel mite letargo d’acque
nel tepore d’una nuova gioia
un sorriso rubato alla vita anelerà il ricordo,
diventando rugiada che ricopre il cammino…
Vita, non consumare il domani invano,
prendi ciò ch'è tuo,“donami ciò che è mio”
la mia libertà, la mia felicità!
E, mentre la falce dell’anima
reciderà i passi affannosi dell'orgoglio,
io con tenerezza, guarderò al passato
enumerando le gioie, vivendo il presente.
Al risveglio tutto tacerà.
Tacerà il mondo, col suo bisbiglio.
Tacerà la vita, con i suoi tormenti.
Tacerà il mare, con i suoi canti.
Tacerà il mio cuore, con i suoi lamenti
addormentandosi per sempre
alle porte del non ritorno…

Frese Raffaella

Io che cerco ancora invano



Io che cerco ancora invano
dolcezze implacabili e ignote.
Io che cerco ancora il giorno
sono reliquia di orbite inclinate,
fossile emerso
al margine della strada
dove capanne si sgretolano
per il vivere senza foce.
Io che cerco ancora
la sorgiva della mia anima
nella fonte del mio essere
son tempesta che devasta,
dove lo scorrere
e il narrar d’acque pure
è il prodigio che ti ascolta.
Io che cerco ancora spazio
in un brivido di carne
oltre il cielo cammino,
oltre i silenzi mi adagio,
tra astri e quiete mi placo
e respirando il caldo gioioso dell’animo
son eterna e fragile porcellana
tra la terra custodita…
Io che cerco ancora invano
la giusta via, tra le gioie della vita
son qui a divenire seme di primavera
rifiorendo nella felicità.
Frese Raffaella


Quando tutto sembra perduto ci vuole coraggio per non smettere di lottare...
Tre cose sono fondamentali per conquistare il mio cuore:
                                                  il rispetto, l'educazione e la sincerità. Cit di Raffaella Frese
cit di Raffaeòlla Fresecoraggio per continuare a vivere, a combattere, per guardare la vita negli occhi e dire:"è ancora troppo presto pere mollare!! Riuscirò a scavalcare l’ostacolo posto davanti a me “bisogna ricominciare a vivere con una voglia pazzesca di farlo...davvero” per risolvere i problemi, superare il dolore e le delusioni per rialzarsi e camminare di nuovo sulla strada del nostro cammino…e per dire all’angoscia: "diventerò più forte di te!!!"


Non servono parole per spiegare un amore, non servono motivi per amare... non servono teorie su come fare... si ama... e non ci si domanda perché... si ama... è l'unica risposta che il cuore, la mente ed il corpo dà... e che si ama perché finalmente si è trovata l'altra metà del proprio cuore, l’altra metà della propria anima…quella che mancava per scoprire ciò che si è...non quello che si vuole apparire, ma quello che si è nel profondo… non serve conquistare il mondo e avere tutto non importa guardare e conoscere il nostro destino... l’amore è tutto perchè l'amore è l’essenza in dolci gocce di fragranza che sfidano l'oblio dei sensi è il sentire è il divenire oggi, domani e sempre...dove non servono le parole ma solo i pensieri che comunicano..Raffy♥

..

La peggiore malattia oggi e’ il non sentirsi desiderati ne’ amati, il sentirsi abbandonati…ecco la malattia del nostro oggi. Vi sono molte persone al mondo che muoiono di fame,
ma un numero ancora maggiore…muore per mancanza d’amore...nella forma più svariata di essa. Ognuno ha bisogno di amore. Ognuno deve sapere di essere desiderato, quanto di essere amato…ognuno di noi deve sentirsi importante per qualcuno e per Dio. Vi e’ fame d’amore, quanta vi è fame di pane vie fame di sogno, quanta vi e’ fame di Dio.

domenica 11 settembre 2011

E’ un fiume in piena



 - E’ un fiume in piena
il mio cuore che arrossisce;
mentre varca la soglia
tra la sponda dell’infinito.
Ha un suo corpo e una sua trasparenza,
ed è membra pura nella sua materia!
Nel ritmo assordante del suo cammino,
è di continuo a raccontar
le novelle della vita
tra il sussurro degli eventi.
- E’ un fiume in piena
il mio cuore stremato
tra le suture apportate alle lacrime,
tra i mille profumi del perdono,
nel trasformare i silenzi in parole
nel raccontar la storia della mia esistenza.
- Ha compito di ripetizione continua
nel lungo e silenzioso viaggio verso il nulla,
mentre pompa il nettare di ingenue fantasie
al crepuscolo ozioso
dell’animo mio…

Frese Raffaella

venerdì 9 settembre 2011

L’essenza della vita


    Cerco nell'aria l’essenza della vita
dove accarezzare l'ombra del mio pensiero,
senza fiato, lungo la riva del mio ego.
Cerco nel mio cuore
l’amor che ho donato
il bianco profondo
di un’irraggiungibile estasi..!
…cerco nell’animo mio
le ferite inferte dal male
nello sdegno del silenzio
dove il color del mare profondo
enigmatico maschera
il siero del mio essere
superbo, felice
e nello stesso tempo infelice
ignaro,
sempre a suo agio
nella fattezza leggiadra dell’innocenza
prodigio etereo infinito.
Cerco, l’amore che nasce
dietro le colline
che si ergono dentro di me,
cerco un gesto incompiuto
nel gergo incompreso
della divin virtù,
cerco l’essenza della vita
lungo la riva, della mia esistenza.

Poesia scritta da Frese Raffaella

Al grande uomo che fu

  
 (Dedicata a mio padre)


Mi disse fai tesoro di tutto
e riponilo dove nulla l’assordi
dove luce non batte
nei meandri oscuri dell’essere.
Nei riflessi nodosi delle tue radici.
Mi guardò
e fragile come fieno
alitato dal vento
si chinò
donandomi il suo cuore in frantumi
e fece di un gemito doloroso
un canto armonioso.
Al buio ribelle sorrise
tornando coi ricordi
all’infanzia soppressa,
reciso e disperso
nel cancro della vita, aspetto
e seppe aspettare l’attimo
e nel rosso scarlatto della luce
d’allegrezza scaturì sincero,
e come fenice persa nella distesa
di un’amara sconfitta
chiese al lacero Dio
di veder la luce ed essere redento,
mentre benediva la luna
stringendosi a me.

 Poesia scritta da Frese Raffaella



Stanotte scorgo me stessa nel cielo,
eccomi lì al centro di un soffitto tappezzato di stelle,
dal viso pallido e dagli occhi tristi,
ma ben presto ritorneranno a sorridere...
sono lì avvolta da un alone di mistero e di malinconia.
Stanotte mi chiamo anche io luna,
solo perchè voglio sentirmi libera ne cielo infinito.

Pensieri sparsi al vento


Dicono che tutto ciò che fai sia gia scritto...e non si possa fare nulla per cambiare…ognuno di noi segue o insegue il proprio destino...e' lui a decidere per noi?...possiamo fare di tutto per migliorare la nostra vita, ma saremo sempre inconsciamente guidati da una forza invisibile ed invincibile qualunque sia la nostra scelta? Una strada segnata a senso unico dalla quale non si torna indietro. Non possiamo tornare indietro ma possiamo far tesoro delle esperienze passate per provare a rendere meno tortuosa una via chiamata...destino…una via chiamata vita...una via chiamata cuore!! Sarà davvero così?

..